sabato 31 ottobre 2020

BUON HALLOWEEN A TUTTI. PAURA, NE ABBIAMO?


Buongiorno a tutti e buon Halloween! 

Come festeggiare questa giornata in cui si assottigliano i veli tra i mondi se non ricordando alcuni dei più terrificanti libri mai scritti? Senza citare il RE di cui parliamo – e parleremo – già abbastanza spesso in questo blog, proviamo a rivolgerci ai 'classici' della letteratura horror.

Cominciamo?


Hell House (La Casa d’Inferno) di Richard Matheson

Hell House, di Richard Matheson, pubblicato per la prima volta nel 1971. 

La storia riguarda quattro personaggi: il Dr. Lionel Barrett, un fisico con interessi parapsicologici, sua moglie Edith, e due medium, Florence Tanner, e Benjamin Franklin Fischer, assunti da Rolf Randolph Deutsch, milionario in punto di morte, per indagare sulla possibilità di vita post-mortem. Per farlo dovranno entrare nell’agghiacciante Belasco House del Maine, conosciuta come la casa stregata più terrificante del mondo. La casa infatti, prende il suo nome da Emeric Belasco, sotto la cui supervisione avvennero terrificanti atti di blasfemia e perversione. Fisher è l’unico sopravvissuto di un’analoga investigazione svoltasi trent’anni prima. Il romanzo mischia con sapienza horror sovrannaturale e mistero, mentre i personaggi corrono come equilibristi sul filo della sanità mentale.

Dracula di Bram Stoker

Dracula è un romanzo scritto dall’irlandese Bram Stoker nel 1897.

Scritto in forma di stralci di diari e di lettere, Dracula è l’ultimo, tra i grandi romanzi gotici. Riprendendo il mito del vampiro, lanciato nella letteratura da John William Polidori, Stoker realizza un romanzo dalle atmosfere cupe e oscure, in cui l’orrore e la minaccia assillano i protagonisti (e i lettori!), in un crescendo di emozioni terrificanti che portano alla scoperta dell'orrore con la o maiuscola: il conte in persona!

L’obiettivo dell'uso del 'trucco' del diario ritrovato, era certamente quello di dare una parvenza di realtà alle vicende fantastiche che Stoker stava raccontando; certo è che nulla di veritiero può esserci in un mostro bevitore di sangue che comanda gli animali col pensiero, può mutarsi in nebbia e soggioga le sue giovani prede con la mente, finché esse gli si concedono con voluttà lasciandolo abbeverare alla propria giugulare! Da notare che nella trasposizione cinematografica viene lasciato un margine di redenzione per il vampiro (che si innamora della protagonista Mina, e grazie a questo amore ricompone la frattura tra sé stesso e dio), mentre apparentemente nulla di tutto ciò è concesso al conte letterario.

L’Esorcista di William Blatty


La storia narra di una bambina di 12 anni, Regan MacNeilche vive a Georgetown, a Washington, che all’improvviso cambia personalità, diventando molto violenta. Si cerca di guarirla con la medicina ufficiale, psichiatria compresa, inutilmente. La madre della ragazza tenta di rivolgersi alla chiesa e un sacerdote, padre Karras, accetta di esorcizzare la giovane. Inizialmente incredulo si ricrederà chiedendo l’aiuto di padre Merrin, noto esperto in esorcismi. Da queston libro è stato tratto un film di grande effetto visivo; Linda Blair (l'attrice che interpreta Regan) che vola a un metro dal letto con la testa che gira di 360° è qualcosa che, una volta visto, non dimenticherete più!

Non tutti sanno che il libro (e seguente film) riprendono la storia di un "vero" caso di possessione, iniziato il 15 gennaio 1949 nel Maryland, dove un ragazzo di 14 anni, John Hoffman cambiò improvvisamente carattere. Due mesi dopo, il reverendo David Lawrence iniziò il rito formale dell’esorcismo, la cui pratica perdurò fino ad aprile. Alla fine, sembra che John recitasse le seguenti parole: “Satana, sono San Michele. Io ordino a Satana e a tutti gli altri spiriti maligni di abbandonare questo corpo immediatamente, nel nome di Dio, ora”. Il ragazzo prima soffrì e poi si sentì liberato.

I racconti di Allan Poe

Visioni allucinanti, incubi, ossessioni, torture e oscure maledizioni, Poe (di cui abbiamo parlato anche qui), è senza dubbio lo scrittore che ha dato vita all’horror moderno. Tra i vari titoli non possiamo non citare Le esequie prematureBerenice, il Gatto nero e le Vicende relative al caso del signor Valdemar. Vi sono poi veri e propri capolavori come Il crollo della casa degli Usher e La maschera della morte rossa, che personalmente mi ha provocato incubi per settimane dopo averlo letto a scuola. L’universo gotico dello scrittore statunitense è una sorta di grande metafora degli angoli oscuri della psiche umana, che vivono dentro ognuno di noi; la rivincita dell'inconscio, che emerge, si impone e alla fine cancella completamente il 'reale' in favore del percepito.



Tutti i Racconti di H.P Lovecraft

I racconti di Lovecraft sono innanzi tutto racconti d’immaginazione,  l’opera di un un visionario. Lovecraft è un vero e proprio poeta dell’incubo e dell’inquietudine sottile che, come uno spiffero d’aria gelida, s’insinua poco a poco del lettore per strappargli un brivido sincero senza quasi che questi se ne accorga. 

Lovecraft esercita un influsso determinante su gran parte della narrativa fantastica attuale. Similmente a quanto fa anche Poe, nei racconti Lovecraft getta un ponte tra il mondo dei sogni e quello della veglia, finché a poco a poco non è più possibile rilevare i confini dell'uno e dell'altro. Abissi senza fondo che si spalancano su altre realtà, corridoi sotterranei che si snodano sotto le fondamenta di edifici familiari, esseri mostruosi che riempiono, al tempo stesso, di meraviglia e di terrore: i protagonisti della narrativa lovecraftiana non sono esseri umani, ma le terribili – e affascinanti! – forze arcana dell’ignoto. Non manca mai, in Lovecraft, una sorta di stupore attonito, perché le creature descritte non generano solo paura ma anche ammirazione



giovedì 29 ottobre 2020

COSA L'ANDRE HA IN COMUNE CON LA ZIA J.K. ROWLING

 Sì! Ebbene, sì.

La zia J.K. e io abbiamo qualcosa in comune.

No, oggi non parliamo della bufera che si è scatenata su di lei per i presunti attacchi alla comunità transgender. Oggi stiamo più sul leggero.


Sembra infatti che nei paesi anglofoni – ma incredibilmente non in Italia! – tutti sbaglino a pronunciare il suo nome. Proprio come il mio!

La corretta pronuncia del cognome della zia è come quella della parola bowling (pron. circa boulin') mentre molti inglesi e americani lo pronunciano come la parola howling (pron all'incirca haulin', tipo la medicina).

Sembra che l'autrice dopo un po' si sia stufata di correggere la pronuncia, accettando la storpiatura.

Un po' come me, che ogni volta che dico 'ciao, mio chiamo Andretta' mi sento rispondere cose improbabili come 'eehhh?? coooom'è che ti chiami? Elisabetta?' o anche 'Andretta, sì ma con quante e?'

Le somiglianze tra noi finiscono lì, temo, specie per quanto riguarda il mestiere, ma insomma. È già qualcosa!


martedì 27 ottobre 2020

CURIOSITA' LETTERARIE: le molte sfighe di Niccolò Machiavelli.

Oggi vorrei raccontarvi di uno degli autori che più ho apprezzato durante i miei anni scolastici: Niccolò Machiavelli. Perché mi piaceva tanto? Perché in mezzo a tutti quei mollicci che non sapevano altro che cianciare di amori perduti, disperazioni, tristezze e afflizioni, il Nic mi sembrava uno con le palle.

Fu indubbiamente un grande studioso di teoria politica - Il principe, ah, quante cose ho imparato! – e

letterato dalle molte contraddizioni; una penna verace e vigorosa, ma in certo qual modo anche raffinata; un amante degli antichi ma anche proteso verso la modernità, una personalità ancora oggi decisamente sottovalutata o fraintesa. Ma... anche un gran sfigato!

Intanto era brutto come l'orco, povera stella ––>

Da giovane ebbe tendenze laiche e anticlericali; copiò di proprio pugno il De rerum natura, (Tito Lucrezio Caro, I sec d.C.) opera decisamente invisa alla chiesa in cui l'autore esprime un chiaro richiamo alla responsabilità personale e di un incitamento al genere umano affinché prenda coscienza della realtà, nella quale gli uomini sin dalla nascita sono vittime di passioni che non riescono a comprendere, escludendo dio dall'equazione. Questo gli valse l'inimicizia degli uomini vicini al Savonarola (che era un frate domenicano, ricordiamo), allora al potere; così, si giocò la corsa alla Seconda cancelleria del comune di Firenze nel 1498, scavalcato proprio da un raccomandato savonaroliano.

Ottenne la carica solo con l'avvento della Repubblica, ma fu costretto ad abbandonarla nel 1512 quando i Medici ritornarono a Firenze. L'anno dopo fu imprigionato e torturato perché sospettato di cospirare contro gli stessi Medici. Tentò in tutti i modi di attirarsi le grazie della potente famiglia – e c'è da chiedersi perché, visto che lo avevano spedito in galera a patire i peggiori supplizi –  ma vi riuscì soltanto molti anni dopo, nel 1525

Tuttavia, nel 1527, i Medici dovettero lasciare la città toscana e la nuova Repubblica non concesse nessun incarico al nostro Nic, ormai troppo legato alla famiglia nobile ex governante.

Morì quasi subito, e dopo poco più di un anno i Medici tornarono a Firenze, ma ahimé troppo tardi per Niccolò.

Nonostante questo si deve a lui la nascita della moderna scienza politica moderna, e del concetto di ragion di stato, alla quale tutto deve assoggettarsi.

Inoltre, il suo genio viene riconosicuto ancora oggi in ambiti 'insospettabili': il suo nome, modificato in Makaveli, venne usato da un rapper statunitense per firmare molte sue canzoni 

Niccolò Machiavelli viene proposto anche nel videogioco Assassin's Creed 2 e nel seguito Brotherhood, in veste di Assassino. Proprio in quest'ultimo assume un ruolo particolarmente importante, insieme ad altri personaggi dell'Italia rinascimentale, come mi spiega mio figlio!

Niccolò Machiavelli è uno degli antagonisti della serie di romanzi fantasy I segreti di Nicholas Flamel, l'immortale (come capo dei servizi segreti francesi), scritta da Michael Scott.

martedì 20 ottobre 2020

LE RECENSIONI DELL'ANDRE: Tre minuti a mezzanotte, di Maria Mezzatesta per Santelli editori.

 Cari lettori, ecco una nuova recensione di un romanzo che ho avuto il piacere di leggere in anteprima.



Titolo: Tre minuti a mezzanotte

Autrice: Maria Mezzatesta

Genere: Fantascienza

Casa editrice: Santelli

Costo: 14,24€ cartaceo

Link d'acquisto: cliccate QUI 



QUARTA DI COPERTINA

In un orologio ipotetico di ventiquattr’ore, dove la prima ora corrisponde alla nascita della civiltà e l’ultima alla sua morte, ai terrestri e ai blunoriani, gli abitanti di un pianeta di nome Blu Noor ad anni luce di distanza da noi, mancano tre minuti a mezzanotte. A rivelarglielo è una razza aliena di gran lunga più sviluppata, proveniente da una galassia ancor più lontana. Una volta scoperto di non essere soli nell’universo, cosa faranno i terrestri? E i blunoriani? E gli alieni sono davvero pacifici come sembrano? Una storia ecologista, ma anche un thriller adrenalinico che si svolge in contemporanea su due diversi pianeti e che vi porterà a mettere in discussione le vostre scelte quotidiane.


RECENSIONE

Una vera chicca questo romanzo, ricco di temi importanti e di una fantasia spiccata ma sempre con un occhio di riguardo al realismo. Mancano tre minuti alla mezzanotte definitiva, quella che cancellerà tutte le mezzenotti: la razza umana sta per estinguersi e con essa anche una razza molto diversa dalla nostra – per costumi se non per aspetto – che vive su un pianeta lontano. Quali saranno le reazioni dei due popoli all'apprendere dell'imminente fine? Cosa faranno i blunoriani e, soprattutto, i terrestri? Comprenderanno i propri errori e impareranno in fretta cosa occorre per sopravvivere? Oppure resteranno fedeli ai propri modi, per quanto distruttivi, fino alla fine? E in fondo, se davvero non fossimo soli nell'Universo, sarebbero tanto diverse le altre razze, davanti alla prospettiva dell'annientamento?

Un romanzo fatto per lasciar riflettere, per suscitare in chi legge una sorta di catarsi e, speriamo, un 'ravvedimento' che possa portare, un lettore alla volta, a un miglioramento concreto e duraturo del modo di trattare la nostra Terra. Un inno alla bontà, (e al tempo stesso una denuncia della sua mancanza) termine troppo poco usato e troppo misconosciuto che reca in sé significati disparati ma tutti ugualmente importanti per la nostra crescita, come persone e come popolo.


domenica 18 ottobre 2020

LE RECENSIONI DELL'ANDRE: Keep Calm mia moglie è incinta, di Francesca Palamara

Cari lettori oggi voglio augurare mille in bocca al lupo a Francesca Palamara e al suo nuovo romanzo che ho avuto il piacere e l'onore di leggere in anteprima.


Titolo: Keep calm, mia moglie è incinta.

Autrice: Francesca Palamara

Genere: Romance

C.E.: Self published

Prezzo: lancio a 0,99€; disponibile in abbonamento Kindle Unlimited

On line dal: qui, dal 16 ottobre 2020


QUARTA:

"Quando tutto cambia quello che resta immutato è la reazione che il mio corpo ha nel momento in cui entra in contatto con il suo. "
Era il preludio del loro “lieto inizio”. La piccola Page aveva finalmente tutto quello che desiderava: il suo papà accanto e un fratellino in arrivo, quella famiglia che ogni anno chiedeva in dono a Babbo Natale. Ma cosa accade quando i riflettori del palcoscenico si spengono e la vita vera li travolge? Sam e Nadia questa volta dovranno fare i conti con qualcosa fino ad ora sconosciuto per loro: gli ormoni in fermento di una donna in dolce attesa (dove di dolce ci sarà ben poco!), la paura di un corpo che cambia, così come lo sconvolgimento della loro routine. A farcire il tutto delle fate madrine fuori dal comune, sempre pronte a mettere lo zampino e, perché no, consigliare la nuova app per neo genitori. Perché non c’è nulla che I-doctors o I-mamma non possano trovare quando si tratta di una nuova vita in arrivo.
Un breve scorcio della loro quotidianità quando a farla da padrone sarà il Signor Progesterone.


RECENSIONE:

Cosa cercate in un romance? Amore? Passione? Un po' di umorismo e (auto)ironia? Bene, se la risposta a queste domande è sì, li troverete in questo lavoro di Francesca Palamara, che ci porta 'dentro' una gravidanza con livelli ormonali decisamente fuori dal comune (su, mamme, che mi capite!)

Sam, Nadia e la piccola Page hanno finalmente trovato la pace che era stata loro negata per ben sei anni quando un nuovo tornado arriva a sconvolgere tutto. Come reagiranno i personaggi infilati a forza in questa centrifuga di ormoni impazziti? Be', come potete immaginare... Nadia in altalena, tra l'afflizione più cupa e il rendere reale il motto 'quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare' trasformandosi in una sorta di improvvisata parrucchiera che i capelli invece di tagliarli, li strappa a mani nude... Il maschio alfa Sam, ormonalmente disorientato per simpatia, supponiamo, aumentando a dismisura la sua mania del controllo e la sua totale incapacità di gestire l'ansia... nonché quella punta di sì, sono stronzo inside che insieme al suo amico Vin lo porterà a... ma no, non vi spoilero nulla. E la piccola Page, be', ditemi, esiste una bambina più adorabile? Lei è il vero grillo parlante della storia, capisce tutto, vede tutto e sa come e quando dire la sua per rasserenare gli animi (o spronare una decisione difficile).

Una parte di incomprensioni, due di bugie (a fin di bene) e quattro di passione, ed eccovi servito il cocktail di Keep Calm. Senz'altro le amanti del genere sapranno apprezzare questa storia leggera e divertente, dalla prima visita alla sala parto!

RECENSIONE IN PILLOLE

Consigliato a chi: ha avuto a che fare almeno una volta con una gravidanza!

I temi trattati: l'attesa, la gelosia, la fedeltà, il riscatto, la difesa di 'ciò che ci appartiene'

Il messaggio nascosto: Le ansie non finiscono mai... occhio!

Valutazione finale: ⭐⭐⭐ ⭐ e 1/2








martedì 13 ottobre 2020

LE COVER REVEAL DELL'ANDRE: Incubi, di Samantha Lombardi e Lida Deghkhadirian

Cari lettori oggi il blog partecipa al cover reveal di un libro che, non vi nascondo, attendo con una certa impazienza.



Scheda:


AUTORE: Samantha Lombardi e Lida Deghkhadirian


TITOLO: Incubi


GENERE: horror/paranormal (antologia)


TRAMA: Cosa rende particolari le nostre notti oltre i sogni? Cosa ci fa urlare di puro terrore nel cuore della notte? Gli incubi che facciamo non ci lasciano mai, rimangono appiccicati addosso come fossero uno strano senso di malessere. Ma cosa succede se quegli stessi incubi che ci terrorizzano diventano realtà? Se volete scoprirlo, se non avete paura, lasciatevi condurre in un mondo fatto di demoni, fantasmi, bambole maledette e vendette sanguinarie. Armatevi di coraggio e poi non vi resta che chiudere gli occhi, prendere un profondo respiro e lasciarvi cullare dagli incubi. O forse no?


EDITORE: self publishing


DATA DI PUBBLICAZIONE ebook: 31 Ottobre 2020


PREZZO: Ebook € 2,99




mercoledì 7 ottobre 2020

LE RECENSIONI DELL'ANDRE: Bad liar, di Michela Ray

Buongiorno a tutti cari lettori, oggi facciano salire un po' la temperatura con il nuovo romanzo di Michela Ray.



Scheda:

Titolo: Bad Liar
Autore: Michela Ray
Genere: Erotico
C.E.: self
Prezzo: 0,89€ ebook, 13,51€ cartaceo. Disponibile in abbonamento KU

Quarta:

La vita può riservare molteplici sorprese stravolgendo inaspettatamente gli equilibri perfetti dell’esistenza di due persone e, i protagonisti di questa storia, ne saranno i testimoni.
Caroline Mitchell è una ragazza semplice e dal carattere dolce che lavora come massaggiatrice al Beauty, un centro benessere per soli uomini.
Una situazione difficile la travolgerà e la voglia di evadere diventerà man mano sempre più forte.
Il destino, però, le riserverà una sorpresa inattesa che la sconvolgerà.
Tristan Blake è un campione abituato a vincere. È competitivo, determinato e quando vuole qualcosa fa di tutto pur di raggiungere il suo obbiettivo.
A causa di un infortunio trascurato gli verrà imposta una brusca battuta di arresto che lo condurrà al Beauty.
Sarà proprio in quel centro benessere che incontrerà Caroline per la prima volta, una timida e sexy massaggiatrice che catturerà la sua attenzione incuriosendolo.
Quella ragazza dovrà essere sua!
Purtroppo, però, le bugie hanno vita breve e quando vengono a galla possono essere fonte di dolore spezzando un legame importante.
Quale sarà la verità che Caroline tiene nascosta a Tristan?

ATTENZIONE
IL ROMANZO CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITE E DESCRITTE DETTAGLIATAMENTE. SE NE CONSIGLIA LA LETTURA AD UN PUBBLICO ADULTO E CONSAPEVOLE

Recensione:

Quando prendi in mano un romanzo di Michela Ray, lo sai cosa stai per leggere. Le sue storie sono dichiaratamente erotiche e scritte per far venire i bollori. Questa trama non fa eccezione: tutto ruota attorno all'imprevista e irrinunciabile attrazione che scatta tra i due protagonisti, che come nelle migliori storie di questo genere, appartengono a mondi molto diversi e devono affrontare diverse difficoltà prima del sospirato happy ending. 
Un elemento di originalità nella trama è che il Bad Liar del titolo, ovvero il 'brutto bugiardo' della situazione, non è lui ma lei. Niente paura, questo non è uno spoiler, perché viene chiarito fin dalla quarta di copertina. Questo esce direi un poco dai cliché del genere, tanto che io stessa sono rimasta piacevolmente sorpresa, aspettandomi che il solito maschio alfa superfigo (e Tristan lo è), sciupafemmine (ed è anche questo) insensibile e bastardodentro (e questo non lo è affatto) si prendesse gioco della povera piccola fiammiferaia cascata per sbaglio tra le sue grinfie.
Invece la storia è tutt'altra, abbiamo un personaggio maschile insolitamente sensibile ed empatico, per niente incline all'inganno o alla fuga e un personaggio femminile che vorremmo quasi dire essere timida e ingenua solo all'apparenza, perché al momento giusto non esita a sfoderare le sue armi: seduzione indubbiamente, ma anche una certa faccia tosta e durezza di carattere. Basti pensare a come difende il suo lavoro quando Tristan ne comprende tutti i risvolti (e devo ammettere che sono stata lì lì per dare ragione a lui in quel particolare passo!)
Le scene erotiche sono naturalmente numerose, anche se non preponderanti, e non difettano di particolari e dettagli. Diciamo che a Michela non piace lasciar nulla all'immaginazione e ci porta con estrema precisione 'dentro' il talamo bollente che la nostra coppia condivide.
Un lavoro in linea con le aspettative e con i precedenti dell'autrice, che si conferma ottima autrice di storie ad alta gradazione erotica.









martedì 6 ottobre 2020

CURIOSITA' LETTERARIE: oggi diamo i numeri!

 Ciao a tutti, oggi per la rubrica delle curiosità vorrei... dare i numeri. 

Pronti?

Ma quanto scrivi!

Bene, allora sappiate che il romanzo più lungo che sia stato mai scritto è Alla ricerca del tempo perduto un mattonazzo (per dirla con gentilezza) che conta ben 9.609.000 caratteri. Sì cari colleghi scrittori, avete capito bene. Quasi dieci milioni di caratteri. E io che ho scritto una trama da 700 pagine e mi sembrava di aver fatto chissà che cosa!

Il primato della frase più lunga invece spetta a I miserabili di Victor Hugo. La frase in questione conta la bellezza di 823 parole. Sarei curiosa di sapere cosa ne pensa il Re Stefano di questa lungaggine...

Ma quanto mi costi!


Il libro – ma bisognerebbe dire meglio il manoscritto – più costoso della storia invece sapete qual'è? Io avrei sbagliato, avrei detto la Bibbia di Gutemberg che invece è solo al nono posto. Il più caro è il Codice Leicester trattato scientifico autografo di Leonardo da Vinci, venduto alla sommetta di tutto rispetto di 29 milioni di euro a chi? Ovvimente all'uomo più ricco della storia: Bill Gates. La classifica dei 10 libri più costosi prosegue con opere del calibro della Magna Charta (datata 1215), il Vangelo di St Cuthbert (primo esemplare di libro rilegato), Bay Psalm Book (il primo libro stampato nelle Americhe) per concludersi con la Bibbia già citata e vari altri antichi breviari, una raccolta di opere di Shakespeaere e, naturalmente, i Racconti di Canterbury. Prezzi dai 20,1 ai 4,6 milioni di euro.

Non solo anticaglie

Ma, c'è un ma, perché in mezzo a tutti queste maestose opere antiche ne spicca una del XXI secolo, al decimo posto. Sapete cos'è? Le fiabe di Beda il bardo, della zia J.K. Rowling. Tiratura, 7 copie di questo libro per bambini menzionato all’interno dell’ultimo capitolo della famosa saga potteriana. La particolarità (tiratura limitatissima a parte) è che ogni copia è stata scritta e illustrata a mano dalla scrittrice in persona e decorata con argento e pietre di Luna. Sei copie sono state regalate ad amici, mentre l’ultima è stata venduta all’asta per 3,6 milioni di euro

eBook

E l'e-book più costoso? Lo vende Amazon, per la modica cifra di 215 euro. Non esiste cartaceo e sembra quasi che non esista nemmeno l'autore. Già, perché il signor Emmanuel James non si trova in nessun posto e sembra non abbia scritto nessun altro libro. Una operazione commerciale? Non molto riuscita, a quanto risulta dalle recensioni


Matusalemme

Anche per quanto riguarda l'età abbiamo qualche sorpresa. I "libri" più antichi di cui si abbia memoria sembrano essere i Manoscritti del Mar Morto, vangeli apocrifi risalenti al I secolo e ritrovati in una grotta a Qumran dal 1946 in avanti. Ma se parliamo di libri stampati, si credeva che il più antico fosse la Bibbia di Gutemberg. Alcuni studiosi invece scommettono su un cavallo del tutto diverso: Diamond Sutra, stampato e datato il giorno 11 maggio 868. Ovvero oltre 500 anni prima della nascita di Johannes Gutenberg, inventore della stampa.


Ora, non so voi, ma io mi sento mooooolto piccola come scrittrice in questo momento...

lunedì 5 ottobre 2020

LA VITA DELL'ANDRE: una domandina - ina - ina

Oggi vorrei chiedere ai miei due lettori di condividere le loro opinioni con me. 


La domanda è questa: secondo voi, come mai tante donne si appassionano di letteratura mm? (chiedo per un'amica.)

Si tratta di un genere molto in voga, e lo considererei niente più che un vezzo momentaneo se non ci fossi cascata io stessa con tutte le scarpe. Io adoro leggere storie d'amore mm, e ancora di più adoro scriverle.

Mi sono messa a pensare, e date le mie personali inclinazioni, una spiegazione possibile è che mediamente la relazione mm parte già problematica solo per il fatto di essere tale. Dai, diciamolo: nessuno ha niente contro i gay, per carità, però ogni tanto qualcuno viene pestato, insultato, deriso e via dicendo. Ci sono ancora famiglie che non accettano la natura di un figlio omosessuale o il di lui compagno, per non dire che in alcuni luoghi del mondo la sodomia è tutt'ora un reato.

Quindi per una come me, la regina del #mainagioia e #illietofinetelodevisudare, è abbastanza scontato che l'elevata dose di drammaticità segni decisamente uno o due punti a favore del genere.

Ma questo vale per me! E tutte le milamiliardi di altre lettrici?

Dai ragazze non vi fate pregare: cosa vi piace in una storia mm? 

Ditemelo nei commenti al relativo post di Facebook, oppure qui.





domenica 4 ottobre 2020

LE SEGNALAZIONI DELL'ANDRE: Schegge di vetro di Irene Catocci per Words Edizioni

                                                                Schegge di vetro

Irene Catocci




TITOLO: Schegge di vetro

AUTORE: Irene Catocci

EDITORE: Words Edizioni

GENERE: Forbidden romance/Friends to love romance

FORMATO: Ebook (2,99 – 0,99 nel giorno d’uscita) - Cartaceo (15,90)

Pagine: 257


RELEASE DATE: 30.09.2020

DISPONIBILE SU AMAZON E IN TUTTE LE LIBRERIE




Io spero ogni giorno di svegliarmi e di non amarti più, 

ma ogni volta ti sento sempre più mia, sempre più vicina. 

Non guariremo mai, Livia.




TRAMA

I segreti possono distruggere la vita. Lo sanno bene Livia e Anita, madre e figlia. La prima accompagnata da una intima sofferenza che si porta dietro dall’adolescenza, la seconda fragile e insicura, alla disperata ricerca dell’affetto che le è mancato per tutta la vita. Un equilibrio precario il loro, che crolla definitivamente quando, attraverso i diari di Livia, Anita scopre un segreto inconfessabile, tenuto nascosto per anni: non è la figlia legittima di quello che ha sempre creduto suo padre, ma frutto di un amore tossico come il più letale dei veleni. Due donne alle prese con i propri tormenti: Anita e l’amore per il suo migliore amico Nicola; Livia, succube di un sentimento deviato e con un cuore fragile come vetro, frantumato sotto il peso delle bugie. Un libro intenso, tra segreti inconfessabili e le inevitabili conseguenze a cui si va incontro quando la verità, scomoda, dannata e proibita, viene a galla.


L’AUTRICE

Irene Catocci vive in un paesino dal sapore medievale, nel cuore della maremma grossetana, con il marito, le loro due figlie e un cane con l’indole di un gatto. Ama la tranquillità, leggere, dipingere e praticare l’equitazione di campagna. Scrivere è, per lei, un modo per tirare fuori le innumerevoli personalità che le sussurrano all’orecchio: una necessità.

Ha pubblicato Il dono (seconda edizione, 2018), Killer. Amore e Morte (2018), J.Skull (2018), Cuore di Jagoda (2019), Quel mare profondo (2019), Doomed (2020). Schegge di vetro (edizione ampliata e riveduta di Filo Spinato) è il suo primo romanzo edito Words Edizioni. 










LE SEGNALAZIONI DELL'ANDRE: Missione libertà di Francesca de Angelis per Pav Edizioni

 



Titolo: Missione Libertà

Autrice: Francesca de Angelis

Casa Editrice: Pav Edizioni

Numero pagine: 211

Data di uscita: 5/12/2019

Genere: Narrativa per ragazzi (a partire degli 8 anni)

Prezzo: 14,00 (cartaceo, presto arriverà anche in ebook  )

Link di acquisto: cliccare qui



Quarta di copertina

“Missione Libertà” è un romanzo per bambini dai 5-6 anni agli 11 anni (ma credo vada bene anche dagli 0-ai 99 XD) e ha come protagonista Bill, un cane dalla razza sconosciuta, che ha il compito di fare la guardia nella fattoria del vecchio Jacob. Insieme a lui troviamo Paul, il gallo e la sua famiglia composta da Beatrice, una gallinella hippie, esperta in omeopatia, Malvina, la loro svampita figlia maggiore e il loro pulcino, il capriccioso Giuseppe. Troviamo poi Pallino, una cinciallegra brontolona, ossessionata dai draghi che lui ritiene essere reali e custode di un trattato di pace fra i bombi e le vespe, che si batterono durante quella che passò alla storia come “La Guerra dei Fiori”. Abbiamo poi Rick, il riccio nerd membro onorario della fattoria e Lardo il gatto cieco da un occhio, sornione ma molto intelligente abile artigiano e pittore. Nino, vecchio maiale, schizzinoso e snob, gran lettore di libri horror e gialli. Può esistere una fattoria più strana di questa?
Un giorno giunge alla fattoria Ci, un piccolo chihuahua adottato dal padrone per farne dono alla moglie,
convinto invece di essere stato “assunto” per aiutare Bill nel suo lavoro di cane da guardia. Tralasciando le
dimensioni (che per Bill non sono mai state un problema, in quanto convinto che lo spirito e il valore di un
animale non siano direttamente proporzionali alla sua stazza), quel che sconcerta il cagnone è la passione
di Ci per gli abiti e la moda, (passione trasmessagli dalla mamma, venuta a mancare di recente) oltre per la
sua, seppur involontaria, incuranza del pericolo e dei predatori. Bill, infatti è in aperta guerra con i tassi,
suoi nemici giurati, colpevoli di voler estendere il loro territorio, depredando in parte quello appartenente
alla fattoria. Una notte, giunge alla fattoria una volpe ferita, ribattezzata da Ci, Lazzaro. L’animale dice di
essere sfuggito ai tassi, ma di essere scampato anche a quel che sembra un pericolo ancora più grande.
Incoraggiato da Bill, la volpe rivelerà loro uno spaventoso segreto.





Due parole sull'autrice

Francesca de Angelis è nata a Roma il 10-04-1991. Passa il 90% del tempo nell’inventare storie, studiare,
perdersi in bislacchi ragionamenti e occuparsi degli animali. L’altro 10% è invece impiegato nella lettura, il disegno e il cosplay. Laureatasi per la seconda volta in Scienze Politiche, si batte da sempre contro il
bullismo, la violenza sulle donne e per i diritti degli animali e dei bambini. Nel 2016 ha pubblicato con
“L’Associazione Culturale Arduino Sacco Editore”, “Cenere sulla Brughiera”, un romanzo per ragazzi,
ispirato al capolavoro di Emily Bronte “Cime Tempestose”. In esso sono raccontati gravi problemi sociali
come l’abuso sulle donne, il bullismo e l’emarginazione sociale.
Successivamente pubblica, attraverso “L’Associazione Culturale Pav Edizioni” un libro per bambini con
protagonista Bill, un enorme cane da guardia dalla razza sconosciuta. Un storia ricca di mistero, intrighi e
colpi di scena, ma anche di gioia e comicità.

LE SEGNALAZIONI DELL'ANDRE: PROMOZIONE LES FLANEURS: su AMAZON 10 titoli in formato ebook a soli € 0,99!

 

Approfittatene!




LE SEGNALAZIONI DELL'ANDRE: Mutation di Grazia Croce per Genesis Publishing

Disponibile dal 25 settermbre il  volume conclusivo della saga Sci-Fi "Trilogia della Mutagenesi" di Grazia Cioce.

"Mutation - Il futuro è nel passato" è disponibile in #ebook e #cartaceo nei migliori Store online e prestissimo anche in Libreria con YouCanPrint.




COLLANA: InSci-fii

GENERE: New Adult, Distopico

ISBN: 978-960-647-101-8

ANNO: 2020, 25 Settembre

VOLUMI: di 3

Volume 1

Volume 2

PREZZO Ebook: € 3,99

PREZZO Cartaceo: € 11,60

PAGINE: 287





QUARTA:

Tornata a casa dopo aver rivelato al mondo intero la sua particolare mutazione, Kimberly vive segregata in attesa che le acque si calmino.

Nella Repubblica, la situazione è al limite. La tensione tra human e mutazioni è sempre più palpabile, mentre David Tomson è stato arrestato e sta per essere processato per il suo rapimento.

Tra fughe, inseguimenti, emozioni contrastanti, Kimberly dovrà decidere da che parte schierarsi: human o mutazioni? Repubblica o MMGI?

Ma esiste davvero una parte dalla quale ci si può schierare, se tutta l’umanità rischia il sopruso della dittatura e l’annientamento della libertà?

L’avvincente capitolo finale della Trilogia della Mutagenesi vedrà Kimberly combattere per capire chi è davvero.

Perché non è più il tempo di fuggire. Ora è tempo di lottare.