mercoledì 3 giugno 2020

LE RECENSIONI DELL'ANDRE: Tutti i colori dell'amore, di Giusy Viro

Buongiorno cari lettori oggi ci occupiamo di una storia M/M molto toccante.


TITOLO: Tutti i colori dell'amore (Colour series vol 1)
AUTORE: Giusy Viro
PAGINE: 201
GENERE: Romance M/M
C.E.: Self
PREZZO: 1.99€ ebook, 9.99€ cartaceo

Sinossi

Quando Alessio, lascia la Sicilia, per studiare moda a Roma, non sa cosa aspettarsi.Quello dov’è nato e cresciuto è uno sperduto paesino del Messinese, dove tutti conoscono tutti e non è facile accettare il cambiamento e la “ diversità “, rendendolo chiuso e schivo.Bello da togliere il fiato, corteggiato indistintamente da uomini e donne, Alessio considera la propria avvenenza quasi una condanna.Lui ama la moda, il mondo patinato delle sfilate, gli aghi, gli spilli e le stoffe pregiate.Il suo obiettivo è primeggiare come stilista e non ha tempo per l’amore, non ci crede ; gli bastano le anonime e fugaci relazioni che ogni tanto si concede.Ma ci si può davvero nascondere dai sentimenti ?Quel ragazzo, partito dalla Sicilia con poche cose in valigia e tanti sogni è diventato un affermato e stimato stilista, ma può bastare questo a colmare il vuoto del cuore?L’amore, quello vero quello autentico, quello che non fa differenze arriva quando meno te lo aspetti e chiede sempre un conto. Alessio quell’amore lo scoprirà nel sorriso di Stefano e nella sincerità di due occhi chiari e quasi trasparenti. Riuscirà Alessio ad affrontare la prova più grande? Riuscirà finalmente ad andare oltre il grigio del proprio cuore e a vedere tutti i colori dell’amore?



Recensione

Questa è indubbiamente una storia importante, nata per dire qualcosa oltre che intrattenere.
Si tratta di una trama drammaticamente realistica in cui un giovane omosessuale (bisex in realtà) deve affrontare tutte le difficoltà legate ai pregiudizi di natura sessuale. Fin da giovane sa quello che vuole, e riesce in un primo momento a staccarsi da una vita fatta di rifiuto e giudizio, riuscendo caparbiamente a seguire e a realizzare i propri sogni in campo lavorativo. Ma la vita non è una strada priva di intoppi e soprattutto non è fatta solo di lavoro. Se la sua ferrea volontà gli permette di raggiungere gli obiettivi professionali che si era prefisso, non lo stesso si può dire per quello che riguarda la sfera emotiva. Il passato di Alessio è servito a indurirlo: la morte del padre, il rifiuto della madre, i pettegolezzi del paese dove è nato lo convincono di non essere capace o degno di dare e ricevere amore. Come molti di noi, perciò, costruisce attorno a sé una corazza che serve a preservarlo da ulteriori sofferenze, ricorrendo anche ad un illusorio aiuto esterno per dimenticare e gestire i momenti difficili. La sua vita è quella che molte persone conducono: patinata all'esterno e vuota se guardata "da dentro". Questo almeno fino a quando non incontra, suo malgrado, finalmente l'amore. La sua discesa nell'innamoramento è velocissima, come capita di solito a coloro i quali hanno represso i propri sentimenti a lungo: un colpo di fulmine e bum! Steso!
Normalmente questo dovrebbe mettere fine ai giochi, preludendo al finale in cui i due amanti vivono felici e contenti ma non è il caso di Giusy Viro, che evidentemente ha altre idee in mente per i suoi protagonisti. L'amore è solo il primo piolo di una scala di crescita dei protagonisti che sembra ancora piuttosto lunga. 
Ed è proprio la relativa immaturità emotiva di Alessio e Stefano che ci porta alla svolta finale della trama, in attesa del secondo volume: Stefano per la giovane età, Alessio per un colpo di coda di quella durezza sviluppata durante i suoi anni giovanili, si metteranno d'impegno per distruggere – apparentemente senza motivo – la propria felicità.

Una storia indubbiamente toccante, realistica e decisamente attuale quella di Alessio, che ci porta da un paesino della Sicilia alla capitale e poi a Torino, toccando ambienti e situazioni molto diverse tra loro ma perfettamente amalgamate. Lo stile dell'autrice è corretto e scorrevole, privo di inutili fronzoli ma al contrario asciutto e diretto, privilegiando i dialoghi all'ambiente.

Se bisogna proprio trovare un difetto... (e sapete che bisogna!) direi che forse uno spazio maggiore dedicato all'approfondimento psicologico dei protagonisti (escluso Alessio, che è il centro indiscusso del romanzo) avrebbe potuto rendere la trama ancora più coinvolgente; mi riferisco in realtà soprattutto agli antagonisti, dei quali non si sospettava la doppiezza fino al momento in cui sono arrivati a fare danno. 

Recensione in pillole

Consigliato a chi: è convinto che la volontà possa aprire ogni porta.
I temi trattati: la diversità, il pregiudizio, la paura, la dipendenza
Il messaggio nascosto: lunga e difficile è la via per la felicità, ma non impossibile.

Valutazione finale ⭐⭐⭐






Nessun commento:

Posta un commento