venerdì 8 maggio 2020

LA VITA DELL'ANDRE: Follia da quarantena

Belli i piani, sì sì.
Ottimi.

Mai alzo alle otto,
colazione (sana, ovvio)
mi metto al pc
scrivo fino a mezzogiorno
preparo il pranzo
mi rilasso (= faccio un pisolino)
mi rimetto al pc alle 15
faccio attività di promozione sui social e mi occupo del blog
stacco alle 18
un'ora di step (davanti a una serie tv possibilmente da azzeramento cerebrale)
doccia
e cena.

Fico eh?
Già.

Invece...

Mi sveglio verso le 8:15 giusto perché quel sant'uomo di mio marito mi porta il caffè.
Cazzeggio un (bel) po' sui social spalmandomi sul materasso al sole (a volte tolgo il pigiama per abbronzarmi, ho la camera rivolta a est...). Mi alzo verso le 9 e raggiungo mio figlio che mediamente sta vedendo la seimilionesima puntata di Big Bang Theory attendendo l'inizio delle lezioni online. Quando la vergogna diventa insopportabile, mi siedo finalmente davanti al pc.

Dunque... stamattina volevo riguardare quel capitolo... però aspetta, perché verso le tre stanotte mi era venuta in mente una card... dove avevo visto quell'immagine? La cerco su internet. Ah però guarda: un orso si è arrampicato su un balcone in Trentino, che carino... chissà cosa dice Repubblica. Mmmh nuove disposizioni per la Fase 2? Ancora? che palle. Leggiamo va'! Uh madonna mia basta notizie sul covid, che ansia. Dunque, cosa stavo facendo? Ah, sì, Instagram...

Come dio vuole, arriva l'ora di pranzo. Pasta? no, dai che palle, sempre pasta. Pollo! Sì dai, due belle scaloppe. Ah no, finito il pollo, devo andare a far la spesa. Quindi, pasta? E vabbè. Dopo pranzo momento relax col figliolo davanti all'ennesimo Big Bang Theory (lui lo sa a memoria), pisolino. Verso le due e mezza-tre gli ricordo che deve fare i compiti e vado per mettermi al pc, solo che... ma avete visto che sole oggi? Guardate che bello, mica si può stare in casa. Botta di vita, dai, esco sul balcone in costume... via, solo per oggi. Crema, occhiali da sole, capelli raccolti, resisto quei sei, sette minuti e poi ho la pelle che va a fuoco. Magari annaffio le piante, così mi muovo un po'. Allago il balcone, e dopo mezz'ora rientro perché non reggo più il caldo. Colta da un altro momento di vergogna assoluta, decido di salire almeno sullo step. Metto su una serie e inizio a far andare le gambe.

Cazzo che male! Però questa serie interessante... mmm sì mi prende... ok devo guardarla con attenzione, scendo dallo step altrimenti non capisco un H. 

Doccia (come programmato, visto che brava?) e cena.

La quarantena decisamente non fa per me.





Nessun commento:

Posta un commento