mercoledì 25 marzo 2020

LE RECENSIONI DELL'ANDRE: The Outbreak di Franesca Cominelli

Cari lettori, oggi il blog partecipa al Review Party per la nuova uscita di Francesca Cominelli





SCHEDA
  • Titolo: The Outbreak
  • Autrice: Francesca C. Cominelli
  • Editore: Self
  • Genere: Chicklit
  • Data di uscita: eBook 18 MARZO 2020/cartaceo 25 MARZO 2020
  • Formato: ebook/cartaceo/ disponibile anche in KINDLE UNLIMTED
  • Prezzo: 2,99€/15€ + omaggio

SINOSSI
Fanny King è una producer ventinovenne con una passione sfrenata per unicorni e paperelle di gomma. È incastrata in una relazione senza sbocchi e, cosa peggiore, alla Owl, il canale per cui lavora, nessuno sembra considerarla all’altezza del ruolo che ricopre.
Un giorno, però, complice a un quadernetto fucsia e il ritorno di un uomo del suo passato, le cose cambiano, ma Fanny non capisce se in meglio o in peggio.

Nathan Cohen, il miglior Executive Producer sulla piazza, torna alla Owl dopo essere sparito da Los Angeles e dalla vita di Fanny per sei anni. Sei anni in cui la ragazza si è rifatta una vita, frequenta la stella delle soap di Hollywood, Troy Jones, ma ha perso l’entusiasmo, la scintilla che l’ha fatto innamorare. Scintilla che l’intrigante e irriverente Cohen sembra intenzionato riaccendere (o scoppiare), a tutti i costi.

Riuscirà Fanny a resistere alla tentazione dell’Executive Producer o scoppierà con tutte le sue paperelle?




RECENSIONE
Questo libro è esattamente quello che potete aspettarvi guardando la copertina.
Romantico.
Tenero.
Divertente.
Frizzante.

Apro la porta e la trovo seduta sul letto, sembra essersi appena svegliata perché 
si stiracchia con le braccia in alto. Ed è nuda. Mi dà la schiena, la pelle liscia e abbronzata 
è un richiamo per me, ma prima che possa fare qualcosa indossa la vestaglia 
in seta rosa e pizzo bianco. Nonostante sia ancora assonnata e con i capelli spettinati 
è bellissima. Si alza senza voltarsi e si ferma di fronte alla cabina armadio. 
Immagino mentre mi avvicino a lei, le faccio scivolare la veste sulla pelle morbida; 
le bacio il collo e stringo i seni nelle mie mani fino a farla ansimare. E poi…
Un rutto improvviso rompe la magia e Honey scoppia a ridere da sola. 
«Faccio i rutti gasati!» ride. «Forse ieri ho esagerato con lo champagne» 
commenta a voce alta e devo trattenermi dal ridere a mia volta.

L'ho letto con curiosità perché, ammettiamolo... Fanny e Nathan a pagina 10 sono già dove normalmente in un romance i protagonisti si trovano attorno a pagina 150 o giù di lì (cioè irrimediabilmente avvinghiati ed eroticamente avvinti su un lettino prendisole di Missoni). E così mi sono chiesta: cosa si inventerà adesso la nostra Francesca Cominelli? Bene, si inventa una trama scorrevole, allegra nonostante i guai, brillante (e non solo per la paperella unicorno) e con un tasso erotico decisamente elevato.
Nonostante la storia sia priva di grandi avvenimenti o colpi di scena, il romanzo non tradisce stanchezza, portandoti a voltare ancora una pagina sempre con curiosità e aspettativa.
E', di fatto, la storia di una riconquista: due amanti appassionati costretti a lasciarsi per motivi - a lei - non ben chiari si ritrovano non casualmente sei anni dopo. Lei è arrabbiata, lui la rivuole. Semplice, quasi quotidiano direi. E qui si aprono le danze, che il protagonista Nathan conduce direi molto bene, fino a portare la sua Fanny a capitolare di nuovo... o quasi. Qui si annida il destino, che rischia di mandare tutto a gambe all'aria ma per fortuna ci sono Alice e le paperelle a riportare tutto nella giusta dimensione :-)
I personaggi si muovono nell'ambiente patinato di Hollywood, tra case di produzione di reality e serie tv e attori famosi (e come non rivedere il buon Chris nel personaggio di Nick Foster) dove gli amori nascono e muoiono nel giro di una notte e anche la nostra Fanny sembra per un attimo attirata dalla superficialità dei sentimenti "tra star". Tuttavia Nathan è descritto come un uomo con una certa caparbietà innata, e non si darà per vinto. La vicenda ha una buona dose di realismo, considerato il mondo lontano e dorato in cui si svolge, ed è stemperata dalla apprezzatissima stravaganza di Fanny, appassionata di vecchi furgoncini e unicorni. 
Lo stile è scorrevole e molto pulito, brioso e divertente, e le scene erotiche, che come dicevamo non mancano affatto, sono ben strutturate e mai volgari, nonostante l'autrice non lesini dettagli piccanti.
Una lettura consigliata a tutti i romantici, che non mancherà di strapparvi un sorriso in questi tempi difficili.

RECENSIONE IN BREVE
Consigliato a chi: crede nelle seconde occasioni
I temi trattati: il successo, l'opportunismo, l'abbandono, la passione per il proprio lavoro
Il messaggio nascosto nella trama: non temere di essere sincero con le persone che ami.
Valutazione finale: ⭐⭐⭐ 


DUE PAROLE SULL'AUTRICE
Francesca C. Cominelli, Chicca per gli amici, è una sognatrice, nata nel 1993 in un piccolo paese tra le montagne della provincia di Brescia, insieme al suo amato cowboy. 
Le sue più grandi passioni sono sempre state l’equitazione e la lettura. 
È cresciuta con i libri, sono sempre stati una via di fuga, un momento in cui si poteva estraniare dalla realtà e vivere in un mondo diverso; d'altro canto, scrivere le ha permesso di liberare la mente e sfogarsi, mettere nero su bianco i suoi pensieri e creare un mondo tutto suo. È grazie ai suoi sogni e alla sua determinazione se è arrivata fin qui. 
Dopo Proibito, Francesca ritorna in piazza con un romanzo diverso rispetto al solito. The Outbreak è una commedia romantica, con cui l’autrice vuole portare un po’ di frizzantezza e comicità e, perché no, anche un po’ di spensieratezza per i suoi lettori. 

Nessun commento:

Posta un commento