lunedì 10 febbraio 2020

REVIEW PARTY: Guardo l'inferno per amarti di Elena Lombardi


Buongiorno a tutti, oggi I LIBRI DELL'ANDRE ha letto per voi il nuovo romanzo di Elena Lombardi

SCHEDA:
Titolo: Guardo l’inferno per amarti 
Autore: Elena Lombardi
Genere: Contemporary romance
Pagine: 201
Data di uscita: Gennaio 2020
Casa editrice: Self publishing

Prezzo di lancio: E-book a 0,99€ / Cartaceo 12€

SINOSSI:
E se ci si innamora della persona giusta ma nel momento sbagliato? 
Se qualcun altro mischia le carte del tuo destino, sconvolgendo la tua vita?
Una mattinata qualunque a Madrid che cambia la vita di molte persone. Due donne che si incontrano. Un disastro dietro l’altro che le porta al distacco. Un uomo disposto a tutto, pur di salvare la sua compagna. Un errore fatale che porta Annalisa e Rafael a scontrarsi accidentalmente su un maledetto treno in fiamme che sbilancia tutto, vita contro morte, religione contro follia. E l’amore?
A volte per amare bisogna guardare l’inferno con i propri occhi. A volte per amare, è necessario vivere. Lasciarsi andare e lasciare andare. L’amore è anche questo, ma sopra ogni cosa è amare in due, nello stesso istante. Le fiamme della passione però spesso confondono, annebbiano, allontanano e riavvicinano ancora e ancora. Magari quando tutto è perduto, quando sembra ormai troppo tardi per ricominciare…

L’inferno non era la strage sul treno. L’inferno era l’amore”. E. L.

RECENSIONE:
Bisogna dire che questo romanzo ti spiazza fin da pagina 2. Almeno, questo è successo a me quando mi sono resa conto in che data e in che città ha inizio la storia. Un incipit davvero complesso che l'autrice tratta in maniera rispettosa e attenta, senza cadere nel sensazionalismo ma anche senza lesinare i dettagli più duri. Una "qualunque mattina" a Madrid che però tutti ricordiamo, e che ha segnato in perpetuo il volto della città. In una mattina così, una storia come tante... due donne che parlano, una coppia che viene separata per sempre, un soccorritore della protezione civile che si porta sulle spalle i suoi dolori e i suoi segreti che commette un errore. Ma è davvero un errore? O forse è il destino che "rimette a posto" qualcosa che si era ingarbugliato mesi e mesi prima? Questa è la domanda che ci faremo fino alla fine del romanzo, perché è molto difficile non immedesimarsi nei protagonisti, e in particolare nelle due donne che sono - per così dire -  rivali, ma non nel senso in cui siamo abituati ad intendere questa parola. Non ci sono buoni e cattivi, non c'è una scelta giusta e una sbagliata. Ci sono le scelte della vita, reali, difficili, che a volte si fanno e a volte no, perché in fondo la vita non è un romance e non sempre le cose vanno davvero come dovrebbero.
Ecco, questo libro è così: non ti fa venire gli occhi a cuoricino fin dal primo capitolo. Te li devi sudare, i tuoi cuoricini. È realistico, è schietto, non ti da il "contentino" del far girare per forza tutto nel suo giusto verso. Ti lascia col dubbio, col tarlo. Come la vita.

RECENSIONE IN PILLOLE
Consigliato a chi: ama gli equivoci
I temi della trama: il senso del dovere, l'etica, il lutto, il dolore, la paura, il coraggio
Il messaggio tra le righe: quando cadiamo, dobbiamo imparare a rialzarci.
Trama  ⭐⭐⭐⭐ 1/2
Stile/editing ⭐⭐⭐

Valutazione finale: ⭐⭐⭐⭐ 














2 commenti:

  1. Cara amica cara.
    Mi fa piacere vedere che non sono l'unico alieno.... (e la colpa è tutta nostra!)
    Io sono un po' un don Chisciotte, lotto contro i mulini a vento ma ci provo, mi incazzo, subisco ma cerco di non mollare..

    RispondiElimina