sabato 25 gennaio 2020

RUBRICA IL RICETTARIO DELL'ANDRE: Il pollo fritto di Atticus (Il buio oltre la siepe)




Bene, ammetterò, se proprio devo, di non essere una grande cuoca.
Non è che non mi piaccia spentolare, anzi: lo trovo molto gratificante. Ma sono stata dotata di una famiglia un po' complicata dal punto di vista culinario:
1. il figlio minore non ama assaggiare cose nuove, è un tipo conservativo. Camperebbe di pasta al ragù.
2. il figlio maggiore ha una alimentazione super controllata per ragioni sportive, mezzo grammo di questo, due grammi e mezzo di quell'altro e guai a sgarrare...
3. il marito è intollerante alla carne bovina (lui dice che non è vero, ma io non glie la preparo comunque...) e ultimamente abbiamo scoperto anche alle solanacee (pomodori, melanzane, patate) il che non facilita le cose.
4. io di preferenza non mangio carboidrati, per la linea - che non ho più da anni, quindi non ho capito bene cosa dovrei mantenere, ma tant'è.

Perciò capite... che mi trovo un attimino in difficoltà.
Stando così le cose, ho pensato che non ci fosse niente di meglio che sfogarmi almeno qui, e sono andata a caccia di ricette contenute nei libri famosi.

Non potevo che cominciare con IL BUIO OLTRE LA SIEPE, libro meraviglioso che consiglio a tutti di leggere se ancora non l'avete fatto e che contiene menzione di un certo pollo fritto fatto "alla maniera del sud" che Calpurnia prepara per Atticus Finch e la sua famiglia.

Ecco qui la ricetta:
Per 4 persone a 
DA MANGIARSI RIGOROSAMENTE A COLAZIONE

Ingredienti per il pollo
4 cosce di pollo (con le ossa, ma senza la pelle)
250 ml di latticello (lo sapete cos’è il latticello? Io no, ho dovuto guardare qui)
100 g di farina
un pizzico di sale, uno di pepe nero, uno di paprika dolce
500 ml di olio vegetale (mezzo litro d’olio… però, leggero!)

Ingredienti per i panini da accompagnare al pollo:
425 g di farina
1 cucchiaio di lievito ad azione rapida
125 ml di acqua tiepida
125 ml di latte
1 uovo
2 cucchiai di olio vegetale (oh fantastico, altro olio… meno male che abbiamo levato la pelle del pollo...)
1 cucchiaio di zucchero
una manciatina di sale (altrimenti detto un pizzico grande)
burro q.b. (e vediamo di farne bastare poco, dopo tutto quell’olio…)

La sera prima, mettere il pollo a macerare nel latticello col sale, coprendolo bene e conservandolo durante la notte in frigorifero.

La mattina della famosa colazione...
PREPARAZIONE DEI PANINI:
In una ciotola, sbattere insieme latte, uova, olio, zucchero e sale. Aggiungere l’acqua e lievito miscelati insieme, quindi unire la farina e mescolare per bene per amalgamare tutto. Impastare bene sul tavolo fino ad ottenere una mistura liscia ed elastica. Oliare leggermente una ciotola e mettere l’impasto a lievitare coprendolo, fino a quando non raddoppia il proprio volume. Dividere l’impasto lievitato in dodici palline di dimensioni simili e posizionarle a un centimetro di distanza tra loro in una teglia da forno rivestita con carta oleata. Lasciare riposare per quaranta minuti, mentre si riscalda il forno a 180°
Una volta passato questo tempo, i rotolini saranno aumentati di misura e si toccheranno tra loro: vanno lasciati a contatto. Sciogliere il burro e spennellarlo sulle cime. Cuocere per 15 minuti, fino a quando i rotolini saranno dorati (e saranno diventati piccoli panini). Togliere dal forno e lasciar raffreddare.

PREPARAZIONE DEL POLLO:
Scaldare l’ olio vegetale in una casseruola larga (con un coperchio). Mescolare la farina, la paprika e il pepe insieme in un piatto poco profondo. Estrarre i pezzi di pollo dal latticello, asciugandoli e infarinare.
Una volta che l'olio è caldo, inserire le cosce di pollo nell'olio, assicurandosi di non metterle l'una sopra l'altra. Coprire la padella, abbassare il fuoco e cuocere per sette minuti circa. Capovolgere il pollo e cuocere per cinque minuti circa dall'altra parte, o comunque fino alla doratura desiderata. A fine cottura, rimuovere il pollo dalla padella e lasciarlo raffreddare su carta da cucina assorbente.

Servire coi panini e con pomodoro o lattuga croccante.

Dopo una colazione del genere, sfido chiunque ad andare a lavorare... 

A presto con altre ricette... allucinanti... o allucinogene... ma comunque sempre interessanti!!



Nessun commento:

Posta un commento