mercoledì 29 gennaio 2020

IL RICETTARIO DELL'ANDRE: Pan di Via (Il Signore degli Anelli)

E Veniamo a uno dei miei autori preferiti di tutti i tempi. 
Vabbè, direte voi, che sforzo…
Ma davvero Talkien ha inserito ricette nei suoi libri?
No, ma che dite! Certo che no! Ma lo sapete,  siamo tra gli Hobbit… i riferimenti al cibo sono almeno un fantastilione!  

Oggi però non parliamo di hobbit, ma di elfi. 


Il pan di via - o Lembas come lo chiama Dama Galadriel - è un alimento elfico super energetico che serve per i lunghi viaggi: conferisce infatti gran nutrimento e occupa pochissimo spazio nello zaino, come Frodo e Sam sanno bene. 
No, non sono «gallette» come dice Gimli ma qualcosa di molto più interessante… Sicuramente nella ricetta originale c’è un po’ di magia elfica amalgamata bene con la farina, il burro e gli altri ingredienti, ma per questa volta noi ci limiteremo a usare ingredienti più classici… (stavo per dire babbani ma il cross over sarebbe stato davvero eccessivo!)


DUNQUE, OCCORRONO:
  • 500g di farina
  • 250g di burro
  • 80g di zucchero
  • 4 tuorli
  • 1 cucchiaio di miele
  • scorza d’arancia grattugiata, diciamo 15 gr.
  • nocciole tritate, circa 35-40 gr 
  • lievito in polvere, una presa
  • Sale qb
  • Foglie di quercia in abbondanza 
  • spago naturale

COME SI FANNO:

Mescolare burro, miele e zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo in una bella scodella ampia. Unire gli altri ingredienti cominciando dalla farina, da incorpora molto lentamente, e a seguire la scorza di arancia, il lievito, le nocciole tritate, e il sale. 
Mescolare energicamente (mormorando se possibile qualche incantesimo per la buona riuscita del viaggio) finché tutti gli ingredienti saranno ben incorporati. Far riposare l’impasto per 30 minuti coprendo la ciotola con un tovagliolo. 
Stendere la pasta, che dovrà essere alta circa 3 mm dividerla in rettangoli di circa 10×5 cm. Lasciar riposare per altri 10 minuti e far cuocere per 10 minuti in forno preriscaldato a 200°. 
Quando saranno freddi avvolgeteli a due a due nelle foglie di quercia e chiudete ogni pacchettino con lo spago naturale.

Provate, e fatemi sapere.

A me piacciono tantissimo e sono perfetti per la colazione!

2 commenti:

  1. Appena possibile li farò . . . sono anni che li vorrei fare! :)

    Ciao, Fior

    RispondiElimina